intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24

Elena Anticoli De Curtis: «Vi racconto mio nonno... Totò»

Totò, il "principe della risata", è stata la celebre maschera comica indossata sul palco e sul grande schermo da Antonio De Curtis, icona del cinema comico italiano ma anche raffinato poeta e paroliere, nobile d'animo ma anche per titoli. A parlarcene è stata sua nipote Elena Anticoli De Curtis.

Giovedì 31 marzo e venerdì 1 aprile al teatro Team di Bari si terrà la doppia data dello “Space Cowboy Tour” di Tommaso Paradiso, voce storica della band Thegiornalisti

Giovedì 31 marzo e venerdì 1 aprile al teatro Team di Bari si terrà la doppia data dello “SpaceCowboy Tour” di Tommaso Paradiso, voce storica della band Thegiornalisti, che sta portando in giro per l’Italia uno show originale, nel quale propone dal vivo le canzoni del primo album da solista, uscito il 4 marzo.

Come il brutto anatroccolo

La famosa fiaba danese considerata da Andersen la sua autobiografia 

Non tutti sanno che...: sabato 26 marzo all’auditorium TaTÀ di Taranto

Dietro le quinte con la ResExtensa Dance Company 

EVENTI TARANTO. Una Mostra per festeggiare 107 anni dell’Orfeo

Oltre 3mila visitatori per l’evento che ha chiuso il 2021 celebrando il celebre cinema e teatro tarantino

Intervista a Stefano Rapone - Il comico che non ride ma che fa tanto ridere

Stefano Bin Laden Von Hitler, in arte "Rapone". Così si presenta al suo pubblico. 35 anni, romano, con un passato in Giappone ed esperienze come autore e stand up comedian nei programmi della Gialappa's (Mai Dire Talk), di Comedy Central e sulla Rai (Battute?, Una Pezza di Lundini).

NAPOLI IN MUSICA: NINO D’ANGELO AL TEATRO ORFEO DI TARANTO

Lunedì 14 marzo canzoni e racconti per il live “Il poeta che non sa parlare”

Teatro Koreja: in scena GIRO DELLA PIAZZA

Una esilarante commedia circense dedicata ai bambini di tutte le età

MICHELA GIRAUD - NUOVE DATE DEL SUO SHOW

Dopo il successo del tour 2020 – 2021, a grande richiesta torna l’esilarante show di Michela Giraud con nuovi temi e nuove date, prodotte e distribuite da VIVO Concerti: LA VERITÀ, NIENT’ALTRO CHE LA VERITÀ. LO GIURO! … RELOADED! una versione “rivisitata”, che porta in scena l’umorismo dell’irresistibile stand-up comedian con nuovi appuntamenti in tutta Italia.


Si parte il 28 aprile dal Teatro della Concordia di Venaria Reale (TO), per proseguire poi il 13 maggio al Teatro Orfeo di Taranto, il 17 maggio al Teatro Brancaccio di Roma, il 23 maggio al Teatro Nazionale di Milano e il 30 maggio al Teatro di Varese. Il 18 Giugno il tour toccherà Prato all’Anfiteatro Santa Lucia, mentre il 10 luglio arriverà al Lo Quarter di Alghero (SS).


I biglietti sono disponibili su www.vivoconcerti.com.


La fama ha le sue controindicazioni e questo Michela Giraud lo spiega bene in un monologo dal ritmo serratissimo, che farà ridere, ma anche riflettere, come da sua vocazione. Passando dal consolidamento che le madri sono e resteranno sempre “generatori di ansia”, approdando a una denuncia contro la “setta delle curvy” e a uno studio antropologico sulle “fregne con l’ukulele” e sulla “categoria protetta dei maschi bianchi etero”, lo show - che è ormai un cult - si fa megafono di manie e tic di una generazione, facendo a pezzi etichette e convenzioni senza mai tralasciare, in ogni caso, quanto siano importanti forza di volontà e indulgenza verso se stess*. 

Raffaello Tullo al Forma chiude “Sorrisi e Canzoni”

Venerdì 11 marzo al teatro Forma di Bari per l’ultimo appuntamento della rassegna di teatro, musica e cabaret “Sorrisi e canzoni” diretta artisticamente da Fabiano Marti e organizzata dall’associazione culturale Echo Events, diretta da Donato Sasso, sarà proposta la commedia musicale, a tratti circense, poetica e follemente creativa, “Contrattempi moderni” di Rafaello Tullo.

Il frontman della Rimbamband sarà da solo a districarsi tra comicità, musica, citazionismo e virtuosismi che si coniugano in uno show che è una storia con una sua drammaturgia. Scritto a sei mani da Tullo insieme ad Alessandro Clemente e Alberto Di Risio, lo spettacolo strizza l’occhio al grande Charlin Chaplin e porta lo spettatore a riflettere alla fine dello spettacolo grazie alla sua profondità e alla pluralità di livelli di lettura.

“Il grande maestro ha certamente ispirato questo lavoro – ha affermato Raffaello Tullo – che riprende il linguaggio visuale che ha reso storica la comicità e la poetica di Chaplin. Io sono cresciuto e ho voluto riversare in questo spettacolo tutto l’amore che ho per lui. Tra i vari richiami ci sarà ‘Smile’ un suo brano”.

La scenografia pone il protagonista in un’abitazione nella quale si è da pochino trasferito. Qui convive con un pappagallo che nel ritmo incalzante e crescente del racconto diventa un antagonista di Tullo. L’uomo inoltre è in balìa di questa modernità, vittima di una domotica spiona e impicciona. Ma non è tutto! C’è anche una fidanzata assillante e invadente, che annuncia con messaggi vocali compulsivi l’imminente arrivo per pranzo, con una carrellata di amici e parenti. La preparazione del convivio finirà col diventare un’epopea grottesca e surreale per il malcapitato, vittima costante di incidenti e inciampi.

“Si parla di modernità ma si abbatte il concetto di questo progresso che ci migliora la vita. Faccio questo raccontando i vari impicci nei quali molto spesso ci imbattiamo nella quotidianità. È uno spettacolo diverso dal solito che mi rappresenta molto”.

Durante lo spettacolo ci saranno interazioni con schermi e contenuti multimediali. Non mancheranno citazioni dal cinema mainstream, da “Il grande dittatore” a “Ghost”, da “Frankenstein Junior” a “Dirty Dancing”, sino a “Titanic” e tanto altro. Al confezionamento finale di “Contrattempi moderni” ha lavorato un nutrito comparto tecnico: direttrice di scena è Martina Salvatore, con la direzione tecnica di Riccardo Tisbo, le luci di Andrea Mundo, gli inserti videografici di Vincenzo Recchia, i video di Michele Didone (ottimizzazione di Daniele Motolese), la direzione della fotografia di Claudio Procaccio, la scenografia di Claudia Castriotta e Bruno Soriato.

Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework