intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24

“EVITARE L’USO PROLUNGATO”: MARTI E PULPITO IL 17 GENNAIO AL TEATRO ORFEO

Print Friendly, PDF & Email
“EVITARE L’USO PROLUNGATO”: MARTI E PULPITO IL 17 GENNAIO AL TEATRO ORFEO

Ansie, ipocondrie e psicologie di due uomini per un atto unico tutto da ridere

 

TARANTO - Risate garantite lunedì 17 gennaio al Teatro Orfeo di Taranto, in via Pitagora 80. Sul palco del teatro tarantino, alle ore 21, andrà in scena “Evitare l'uso prolungato”, atto unico di Fabiano Marti, con Fabiano Marti e Mauro Pulpito. Scenografia di Gianna Pelliciaro. In un periodo in cui la medicina è diventata tema dominante, non resta che prendersi in giro. Nella sala d'attesa di un analista s’incontrano le ansie esasperate, le ipocondrie esagerate e le psicologie malate di due uomini. Due vite troppo simili per non riconoscersi e scontrarsi talmente tanto da divenire, pur senza volerlo, l'uno lo specchio dell'altra. Pillole dai nomi improbabili, discussioni quasi sempre inutili su argomenti più che mai irrilevanti serviranno però a rendere questo spettacolo un susseguirsi di esaltanti momenti comici, all'interno dei quali ogni spettatore saprà ritrovare qualcosa di sé, o di chi gli è accanto. E alla fine? Cosa succederà? Cosa sarà cambiato nella vita dei due protagonisti? Forse tutto! O forse niente! O forse ancora – ma questo sarebbe davvero troppo – saranno stati loro ad aver cambiato qualcosa di noi!

Lo spettacolo ha già collezionato repliche in diversi teatri italiani, tra cui Bari (Piccolo Teatro, Teatro Forma, Teatro Di Cagno), Milano (Caffè Teatro), Roma (Teatro Lo Spazio), Bitonto (Teatro Traetta), Altamura (Teatro Mangiatordi), Molfetta (Teatro Del Carro), Fasano (Teatro Sociale), Tuglie (Vincitore Premio Nazionale Calandra come miglior spettacolo).

Posto unico numerato 15 euro.

Ingresso con Super Green pass e mascherina FFP2.

Read 84 times
Print Friendly, PDF & Email

Media

Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework