intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23

Odin Teatret: a Koreja replica l’ALBERO - in programma ISOLE GALLEGGIANTI o DELL’IMPORTANZA DEGLI ARCHIVI l’incontro con Barba

Print Friendly, PDF & Email
Odin Teatret: a Koreja replica l’ALBERO - in programma ISOLE GALLEGGIANTI o DELL’IMPORTANZA DEGLI ARCHIVI  l’incontro con Barba

Replica venerdì 19 novembre alle ore 20.45 per L’ALBERO, il più recente spettacolo dell’Odin Teatret, già applaudito in molte capitali europee. Il lavoro con la regia di Eugenio Barba, vede in scena tra i dieci interpreti dell’opera, gli attori storici dell’Odin e due Maestri di teatro tradizionale asiatico, il balinese I Wayan Bawa e l’indiana Parvathy Baul.

Alle 18.30 il foyer di Koreja ospita ISOLE GALLEGGIANTI o DELL’IMPORTANZA DEGLI ARCHIVI l’incontro con Eugenio Barba, Luigi de Luca e Salvatore Tramacere “Isole Galleggianti – spiega Eugenio Barba - è un progetto di condivisione del sapere realizzato dalla fondazione Barba-Varley dove ho riunito le mie attività dopo aver lasciato la direzione del Nordisk Teaterlaboratorium, dopo 56 anni.
Isole galleggianti è il nome che ho dato ai gruppi di teatro che si crearono dopo il 1968 su tutto il pianeta. L'archivio è un forziere di documenti storici con obiettivi multipli. Mette a disposizione 60 anni di
documenti unici sulla storia dei teatri di gruppo, sulla pedagogia teatrale alternativa, sull’attività teatrale nella comunità. Si presenta come espressione artistica museale rievocando la storia dell'Odin Teatret in forma di installazioni con video, manifesti, foto, scenografie e costumi e vuole trasformarsi in uno strumento di ispirazione per i giovani”

L’ALBERO ha debuttato nel settembre 2016 a Holstebro (Danimarca) e in Italia il 4 ottobre del 2017 proprio a Lecce nei Cantieri Teatrali Koreja, Prodotto da Wroclaw, Capitale Europea della Cultura nel 2016 e dal Teatro Nazionale di Budapest, è stato presentato in Polonia, Ungheria, Iran, Cina, Copenhagen, Danimarca, Italia, Ecuador.

Lo spettacolo, è la terza tappa della “trilogia degli innocenti” realizzata dal celebre gruppo danese fondato oltre mezzo secolo fa da Eugenio Barba, considerato un Maestro del teatro internazionale e un protagonista della storia teatrale europea. Come i due precedenti spettacoli, La vita cronica e Le grandi città sotto la luna, è un affresco di avvenimenti contemporanei che intrecciano conflitti, incubi e speranze di personaggi fittizi e figure storiche realmente vissute.
L’azione si svolge in una caleidoscopica simultaneità commentata da due contastorie. Nel deserto della Siria due monaci yazidi piantano un pero per richiamare gli uccelli che sono scomparsi. In Nigeria una madre riposa sotto l’ombra dell’albero della dimenticanza stringendo tra le braccia la testa della figlia nascosta in una zucca. Un signore della guerra serbo racconta i suoi metodi di pulizia etnica a un signore della guerra liberiano che si accinge a compiere un sacrificio umano, e rendere così invulnerabile il suo esercito di bambini soldato.
In un giardino, arrampicata sull’albero piantato dal padre alla sua nascita, una bambina gioca con le sue bambole. Dà un nome agli uccelli nel cielo e si chiede come vedano la terra dall’alto.


L’albero della Storia cresce forte e morto. Si piega sotto il peso dei suoi frutti e offre conforto e rifugio agli uccelli che volano sopra la testa degli spettatori. Ma che tipo di uccelli sono?
Il progetto è sostenuto da: Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, PACT – Polo Arti, Cultura Turismo della Regione Puglia - Custodiamo la Cultura In Puglia. Fondo speciale cultura e patrimonio culturale (L.R. 40/2016) - art. 15 comma 3 - INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.

L’appuntamento è ospitato da Strade Maestre XXV edizione, un progetto di Koreja realizzato con il sostegno di Ministero della Cultura, Unione Europea, Regione Puglia Assessorato Cultura, Tutela e sviluppo delle Imprese Culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica; PACT – Polo Arti, Cultura Turismo della Regione Puglia; PiiiL Cultura; Comune di Lecce; Teatro Pubblico Pugliese - Custodiamo la Cultura In Puglia. Partner Adisu Puglia.
BIGLIETTERIA
Film ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
L’ALBERO
Intero €20
Ridotto Under 30-Over 60 €15
Ridotto Studenti DAMS €4
Ridotto spettatori in bici €8
Prenotazione obbligatoria.
Ingresso con green pass e prenotazione obbligatoria.
Info Teatro Koreja: 0832.242000

Read 28 times
Print Friendly, PDF & Email

Media

Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework