intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23

"Governance - Il prezzo del potere" opera seconda del regista Michael Zampino

Print Friendly, PDF & Email
"Governance - Il prezzo del potere" opera seconda del regista Michael Zampino

 

Sarà disponibile, a partire dal 12 aprile in anteprima su Amazon Prime Video, distribuito da Adler Entertainment, GOVERNANCE – IL PREZZO DEL POTERE, opera seconda del regista Michael Zampino (L’Erede). Il film è una coproduzione italo-francese, ed è prodotto da Alba Produzioni, Panoramic Film per l’Italia e Loin Derrière l’Oural LDO per la Francia, con il sostegno del Mibac-DG Cinema e di Lazio Cinema International.

GOVERNANCE – IL PREZZO DEL POTERE racconta quanto sia difficile la ricerca della verità quando quest’ultima interferisce con gli interessi economici e personali. Un’implacabile parabola sul potere del denaro che vede tra i protagonisti Massimo PopolizioVinicio Marchioni e Sarah Denys.

Renzo Petrucci (Massimo Popolizio), manager brillante e senza scrupoli, è il direttore generale di un importante gruppo petrolifero. Dopo un’inchiesta per corruzione è costretto a lasciare la prestigiosa carica convinto che a tradirlo sia stata una giovane collega, Viviane Parisi (Sarah Denys). Renzo prepara la sua vendetta coinvolgendo suo malgrado l’amico di famiglia Michele Laudato (Vinicio Marchioni), ma la situazione gli sfugge di mano… Renzo provoca un incidente stradale e lascia la donna morire intrappolata fra le lamiere della sua auto, coinvolgendo nel fattaccio l’ignaro Michele, il suo amico meccanico. Grazie al ruolo strategico che ricopre all’interno dell’azienda e alla sua rete di conoscenze, Renzo riesce a cavarsela nell’indagine poliziesca che segue l'incidente e torna al potere più forte di prima... 

“Governance - Il prezzo del potere” è il ritratto di un manager e al contempo l’affresco di un particolare mondo, il settore dell’energia, un connubio fatto di affari e politica. Il film è un'implacabile parabola sul potere del denaro e ci mostra quanto sia difficile la ricerca della verità quando sono in gioco importanti interessi economici. Gli ostacoli incontrati dalla polizia nello svolgimento delle indagini, mettono in evidenza le resistenze di una società ancora oggi caratterizzata da una grande commistione tra livelli politici ed affaristici. Specchio dei nostri istinti più cupi, Renzo ci ricorda che siamo sempre costretti a scegliere tra il bene e il male. Renzo, inoltre, si trova a combattere con dei problemi familiari per i quali il potere non ha alcuna possibilità di successo; Renzo non è un padre e un marito molto amato.

Durante la conferenza stampa l'attore Massimo Popolizio si esprime sul suo ruolo nel film dicendo: "Il protagonista Renzo vuole risultare simpatico ad un amico,  vuole risultare antipatico a qualcun altro,  vuole riuscire a carpire dal prete il terreno, parla con il politico .... tutta questa serie di obiettivi fanno il personaggio. Renzo ha sempre qualcosa da portarsi a casa, anche l'imprevisto. Sbaglia obiettivo, pensa che la donna sia la causa dei suoi mali e fa qualcosa che non deve fare, commette l'errore di non soccorrere la collega Viviane. Renzo è un personaggio bilioso".

L'attore Vinicio Marchioni ha detto del suo personaggio: "Ho sempre visto Michele come una formichina ossia un uomo di livello inferiore, ha questa amicizia con Renzo e Renzo per Michele è stato sempre un punto di riferimento, una persona che lo stava aiutando a trovare una posizione sociale migliore. Da questa amicizia, nella maniera più italiana possibile, cerca di avere una raccomandazione per avere qualcosa in più nella vita. Un giovane uomo con una famiglia di cui occuparsi che ha necessità di trovarsi un posto di lavoro sicuro. Renzo è anche un punto di riferimento per come si comporta, è un uomo di successo, un uomo che è arrivato a un posto di potere. Tutta la parte in cui Renzo insegna delle cose a Michele, prima di affidargli l'autolavaggio, permette a Michele di assimilare da Renzo l'arrivismo, il cinismo, la possibilità di approfittare di determinate occasioni per arrivare ai suoi obiettivi. E' un continuo scambio di personalità tra i due amici."

Un film avvincente da non perdere.

Read 84 times
Print Friendly, PDF & Email

Media

Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework