intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23

RECENSIONE FILM. Un cielo stellato sopra il Ghetto di Roma

Print Friendly, PDF & Email
RECENSIONE FILM. Un cielo stellato sopra il Ghetto di Roma

Un originale "giallo" per teenager, che attraverso un'avventurosa indagine ripercorre gli orrori della Shoah

Roma, 2020. La giovane Sofia (Bianca Panconi), studentessa di musica, trova in soffitta una misteriosa lettera e una foto ingiallita che raffigura Sara Cohen, una bambina ebrea sfuggita al rastrellamento del ghetto ebraico di Roma compiuto dai nazisti nel 1943. Ha inizio così un'avventurosa indagine che vedrà un gruppo di ragazzi di confessioni religiose diverse alle prese con un viaggio nella memoria, tra documenti e testimonianze, che li unirà a livello personale, esistenziale e culturale.

Le fotografie sono "documenti parlanti", rappresentano punti di partenza per viaggi dall'esito inaspettato all'interno delle vite di ognuno di noi.

Da questa riflessione parte un incipit originale, ideato dallo sceneggiatore Israel Cesare Moscati (1951-2019) per raccontare la shoah con una narrazione inedita, non più attraverso lo sguardo delle vittime ma con gli occhi di chi quegli eventi li ha letti solo nei libri, in un mondo dove le testimonianze dirette di quegli eventi, a causa degli anni che passano, sono diventate davvero rare.

Attraverso un laboratorio per ragazzi e un lungo confronto con le giovani generazioni e loro impressioni sulla Shoah, Moscati, Beretta e Base hanno realizzato un ottima sceneggiatura, avvincente nella trama e dai contenuti importanti.

La regia dinamica di Giulio Base si snoda tra l'indagine degli studenti nella Roma del 2020 e i flashback della Roma del 1943, quest'ultima rappresentata in modo realistico attraverso gli effetti speciali e una fotografia in bianco e nero che strizza l'occhio ai film di Rossellini e ai documentari degli anni '60, in armoniosa antitesi col montaggio dinamico tipico della cinematografia odierna.

Un grande slancio al film è dato dal gruppo di protagonisti, interpretato da Bianca Panconi, Daniele Rampello, Marco Todisco, Francesco Rodrigo, Alessandra Celi ed Emma Matilda Liò, scelta finale di un lungo e complesso casting. Questo affiatato gruppo di giovani attori interpretano i loro personaggi con naturalezza, mettendosi in gioco e assorbendo le parti affidate con spontaneità e dovere di Ricordare.

La profonda conoscenza teologica e del periodo storico affrontato ha permesso al regista di raccontare la tragedia del rastrellamento del Ghetto ebraico di Roma con umiltà e rispetto, raccordando le due culture religiose in esame (quella cattolica e quella ebraica) attraverso uno spettacolo teatrale. Ciò può essere semanticamente associato al ruolo centrale che la cultura riveste nell'unire persone e culture di terre vicine e lontane: un significato quanto mai attuale in un periodo dove la chiusura necessaria dei luoghi di cultura, a causa della pandemia, sta avendo come conseguenza la diffidenza e l'allontanamento reciproco.

"Un cielo stellato sopra il Ghetto di Roma" è un film di giovani, per i giovani e con i giovani; un film che fonde teen drama e indagine storica, raccontando il presente con un ottica cinematografica che richiama il passato.

Il film sarà disponibile su RaiPlay dal 27 gennaio 2021, giorno della memoria, mentre il 6 febbraio, alle ore 22:50, andrà in onda su Rai 1.

 

Titolo: UN CIELO STELLATO SOPRA IL GHETTO DI ROMA

Con: BIANCA PANCONI, DANIELE RAMPELLO, IRENE VETERE, MARCO TODISCO, FRANCESCO RODRIGO,

EMMA MATILDA LIO', AURORA CANCIAN, ALESSANDRA CELI, LUCIA ZOTTI, DOMENICO FORTUNATO

Fotografia: GIUSEPPE RICCOBENE - Musica: PIETRO FREDDI - Costumi: MAGDA ACCOLTI GIL

Scenografia: WALTER CAPRARA Montaggio: MAURO RUVOLO 

Prodotto da: CESARE FRAGNELLI, SANDRO BARTOLOZZI

Soggetto: ISRAEL CESARE MOSCATI, MARCO BERETTA

Sceneggiatura: ISRAEL CESARE MOSCATI, MARCO BERETTA, GIULIO BASE

Regia: GIULIO BASE

Distribuzione: RAI CINEMA

Un cielo stellato sopra il Ghetto di Roma- Trailer

Read 254 times

Last modified on Venerdì, 22/01/2021

Print Friendly, PDF & Email

Media

Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework