intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26

Il "segreto dell'acqua calda" per superare le festività mantenendo la forma fisica

Print Friendly, PDF & Email
Il "segreto dell'acqua calda" per superare le festività mantenendo la forma fisica

A digiuno, a fine pasto , a merenda o per idratarsi ... in qualsiasi momento della giornata! Le bevande aromatiche sono utili per: drenare, ridurre l'appetito, idratare, migliorare la digestione, integrare sali minerali, migliorare l'umore, per perdere peso e tanto altro. Scopriamo insieme il "mondo incantato" delle tisane.

Le erbe che compongono le tisane sono innumerevoli, come innumerevoli sono le loro proprietà benefiche. Le miscele di erbe si possono trovare in commercio in variegate formulazioni oppure le può preparare l'erborista di fiducia.  Ogni tisana ha una sua formula e delle regole di consumo, per questo va scelta in modo adeguato alle esigenze del momento. 

Qual è la temperatura ideale per gustare una tisana? 

Dipende dai gusti personali, comunque la temperatura di somministrazione deve avere un calore moderato affinché possa essere favorita la digestione e la diuresi, senza penalizzare l'aroma intenso e gradevole delle erbe. Per chi non ama gustare bevande molto calde, può anche far intiepidire la tisana oppure può conservarla in frigorifero. Invece, la temperatura di estrazione dei principi attivi delle erbe non deve essere inferiore ai 90-100 °C e il tempo di infusione non deve essere inferiore a 5 minuti. 

Quante tazze di tisana si possono bere in un giorno?

La dose di tisana da assumere durante la giornata per ottenere un effetto benefico sul nostro organismo è di 3-4 tazze al giorno. Comunque, bisogna tenere conto degli effetti che provoca ogni tisana; per quanto riguarda il tè nero, che è astringente ed eccitante, conviene non superare le 2 tazze al giorno.

Quali tisane consumare per le diverse esigenze?

Premesso che le erbe sono state le prime terapie che l'essere umano ha usato per curarsi, non dobbiamo dimenticare che ancora oggi la fitoterapia è una valida alternativa alla cura di alcuni sintomi derivanti da patologie lievi. Per questo motivo è opportuno che le dosi precise di ogni erba vadano calcolate da un bravo erborista, che vi consiglierà anche la scelta delle erbe in base ai vostri problemi di salute e alle terapie che assumete. In alternativa ci sono in commercio tisane prodotte dall'industria costituite da mix di erbe predosate e suddivise in bustine monodose per infusione.

  • Per depurare e drenare: è consigliabile un mix composto da ortica, verga d'oro, camomilla, tarassaco, grano saraceno, rusco, caffè verde, tè verde e betulla. Queste erbe favoriscono l'eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso e si possono assumere la mattina a digiuno.
  • Per combattere la stipsi e ridurre il gonfiore addominale: è consigliabile un mix composto da melissa, rabarbaro, malva e semi di finocchio. Queste erbe favoriscono l'eliminazione dei gas intestinali e la regolarità intestinale  e si possono assumere la mattina a digiuno.
  • Per dimagrire: è consigliabile un mix composto da basilico, timo, maggiorana e origano. Queste erbe abbassano l'indice glicemico dei cibi ingeriti e si possono assumere la mattina a digiuno o tra i pasti principali.
  • Per digerire: è consigliabile un mix composto da semi di anice, liquirizia, menta e camomilla. Queste erbe eseguono una "detersione" del fegato e dello stomaco e riducono la sensazione di pesantezza gastrica post prandiale. Si possono assumere 10 minuti dopo i pasti principali, al posto del solito caffè.

  • Per rilassare e ridurre il senso di fame: è consigliabile un mix composto da fiori di camomilla, valeriana, melissa, passiflora e fiori d'arancio. Queste erbe permettono un naturale rilassamento e facilitano il riposo e il sonno. Proprio durante il sonno il nostro organismo smaltisce le scorie e i liquidi che "intasano" il fegato, i reni e l'intestino; inoltre, un sistema nervoso più rilassato non è artefice di sintomi come fame nervosa e ansia.  Queste tisane si possono assumere dopo i pasti principali o la sera prima di coricarsi.

Qualunque tisana sarebbe opportuno non dolcificarla e, per evitare di assaporare gusti che per alcuni possano essere sgradevoli, si può chiedere all'erborista di fiducia di aggiungere fiori o frutti molto aromatici che possano migliorare il sapore della tisana prescelta. L'uso delle tisane a scopo terapeutico e depurativo ci permetterà di creare una valida occasione per affrontare e superare gli eccessi delle lunghe festività natalizie. Ricordiamo che la natura è sempre la fedele alleata della nostra salute e della nostra forma fisica.

Read 739 times

Last modified on Sabato, 19/11/2022

Print Friendly, PDF & Email

Media

Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework