intopic.it
  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • Pubblicità

    Pubblicità

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21

Bere acqua calda e limone appena svegli fa bene?

Bere acqua calda e limone appena svegli fa bene?

"Per dimagrire scaldate un po’ di acqua e bevetela di mattina, unita a mezzo limone spremuto sul momento!". E' vero? 

Acqua calda e limone è diventata, negli ultimi anni, un'abitudine diffusissima finalizzata a stare meglio e dimagrire. Ha una derivazione ayurvedica o solamente un antico "rimedio della nonna"? Qualunque sia la sua origine, questo rimedio non garantisce nessuna delle due aspettative previste.

La sua strategica proprietà dimagrante è stata attribuita alla pectina (una fibra solubile) che dovrebbe indurre un senso di sazietà. Ma la pectina è presente soprattutto nella buccia e pochissimo nel succo che, in genere, si usa aggiungere all'acqua scaldata. Inoltre, per ridurre l'appetito occorrono dosi molto elevate di fibra solubile e non solo mezzo limone. 

Siamo al cospetto di un'altra delle tantissime mode alimentari che vogliono illudere i poveri malcapitati che sognano il peso forma.

Gli unici vantaggi che si traggono da questa nuova abitudine sono:

  • Bere più acqua: sicuramente appena svegli l'acqua  scaldata emula la tisana e ne invoglia il consumo.
  • Il limone facilita la digestione.
  • L'acqua calda facilita la peristalsi intestinale.
  • Potrebbe essere una fonte di vitamina C ma, purtroppo, la vitamina C è termolabile (quindi l'acqua calda la altera) e dipende da quanto tempo prima è stato raccolto il limone e da quanto tempo è stato conservato in frigorifero.

Ma possono esistere anche degli svantaggi in seguito all'assunzione prolungata di acqua e limone. Per esempio:

  • Non è consigliabile in caso di gastrite, esofagite da reflusso gastroesofageo e ulcere perché l'acidità del limone, ingerito a stomaco vuoto, può peggiorare i sintomi.
  • Chi soffre di stipsi, se eccede nelle dosi di limone, può peggiorare il problema.
  • Un’assunzione prolungata di acqua e limone può danneggiare lo smalto dei denti a causa dell’azione erosiva dell’acido citrico. 

Quindi ... Non fidatevi del "placebo" (ossia acqua e limone), se volete avere un metabolismo brillante e un dimagrimento sicuro i metodi sono altri e più impegnativi!

 

 

Read 1297 times
Torna su intopic.it
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework